L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


martedì 30 agosto 2016

Cose frivole per la casa - un elenco di oggetti inutili che vorrete avere prima o poi

Presto, quando saranno arrivati anche gli ultimi mobili e saranno restaurate anche le ultime cianfrusaglie del rigattiere, prometto solennemente un post fotografico sulla nuova casa, per quelli tra  voi che non hanno né snapchat, né Instagram e sperano in un trafiletto su Casabella in omaggio con CRONACA VERA.
Intanto, sì ok, i tubi, le tracce, le fughe, le piastrelle, il quadro elettrico, la fossa biologica, le prese shuko, i tramezzi, le travi ricalate, le porte da architravare, gli idraulici con la "y del culo" sempre in evidenza, gli elettricisti che se la tirano come se chiedessi alla Merkel di venire un attimo a chiudere il quadro elettrico, il lavello che non arriva, il rubinetto che non torna, la cappa difettosa, il parquet già rigato; Insomma, vi dirò quello che dissi al muratore che mi chiese di fare le foto alle tracce prima di chiuderle: "A me non interessa cosa c'è sotto, voi fate bene, io poi penso ad inastragam". (le foto le ha fatte Giacomo eh). Allora intanto perché non parlare di tutte quelle cose inutili e bellissime, le cianfrusaglie, le cose costose, futili e belle, quelle da elencarsi a mente quando ti annoi e ti fai una lista delle cose che vorresti come Marge Simpson; le cose difficili da trovare, quelle che non spediscono dall'estero, le "robe" indispensabili in una casa frivola e instagrammabile.

Per "i più svegli" questo post potrebbe essere anche una wish list ma non sono così fiduciosa...

1- I vassoi HAY, chiamateli vuotatasche, chiamateli opere d'arte, chiamatele lamiere di ferro esagonali verniciate molto bene. Io li vorrei tutti.

www.hay.dk (casa di design danese che fa anche altre cose fichissime che vi ho fatto già vedere su snapchat, che si trova anche in Rinascente e che ha prezzi accessibili)




2- Candela profumata Diptyque - ammetto di avere un problema con le candele in casa, non posso vederle accese vicine ai fiori, non posso vederle accese vicine alle foto, se poi la candela è accesa proprio vicina alla combo fiore/cornice mi scatta subito dentro l'avversione da cero mortuario. Però per queste candele faccio un'eccezione e, sì, qui mi paleso proprio come vittima del Pinterest e ammetto questa debolezza, ammetto di averne una che accendo in occasioni rarissime, quando devo riallineare il karma o se dovesse passare John Kortajarena da casa per un saluto. Ovviamente il bicchiere della candela è bellissimo poi per metterci dentro di tutto una volta finita la candela.
www.diptyqueparis.eu



3- Il cactus Papier tigre - Un laboratrio parigino in Filles du Calvaire che fa cose belle per la casa, dovrebbe bastare questo a dire tutto ma aggiungerò che io vorrei vorrei questo cactus in cartone senza far uscire di testa Giacomo per essermi fatta spedire da Parigi un cactus in cartone da 49€.
Però è irresistibile e date un occhio anche a tutto quello che fanno:
www.papiertigre.fr


4- L'aeroccino della Nespresso-  Lo so, banale e anche abbastanza nazionalpopolare ma io penso di meritarlo, ogni volta che vado a prendere le capsule lo guardo e lo voglio e fino ad ora ho detto che no, comunque avrei atteso la cucina nuova. I tempi mi sembrano maturi e poi comunque mi devo allenare per partecipare al world latte art challenge.




5- Il "coso" per fare le centrifughe - O detto anche centrifugatore, credo; Chi lo possiede dice che è uno strumento del demonio, terribile da pulire, ingombrante e che in ogni caso, prima di aver preso la frutta, averla pulita, averla sbucciata nel modo giusto ecc, si fa prima ad andare a farselo fare al primo bar che ne fa. Ma a me piace e mi piace l'idea di un coso che ci butto la frutta dentro e mi fa un estratto spaziale di super succo di frutta. Lo so, mi esalto con poco.

6- Lo strizzatubetti- Indispensabile, bellissimo, da veri professionisti della cosmesi, un po' strumento di tortura un po' cimelio da vecchio barbiere. Il mio l'ho preso su Uncommongoods (sito pazzesco di cianfrusaglie) nel link qui  in un giorno con spese di spedizione gratis allaroundtheworld e vi garantisco che, soprattutto quando avete da strizzare tubetti di robe che costano più di 10€, vi fa comodo questo piccolo torturatore di metallo. (ovviamente su amazon ci sono anche in plastica ma non venite a bestemmiare qui sul mio blog per favore!)



7 - I prodotti per la casa the Laundress- Allora, tu stai mesi a scegliere piastrelle, rifiniture, spatolate varie, scaffali, per poi metterci sopra cosa? Un bel flacone rosa fucsia in plastica dura con scritto FLASHFRESCH in verde fosforescente? mmmmmmm no, non direi. I prodotti si trovano anche su yoox ma il loro sito ufficiale è questo:


p.s. nessuno poi vi impedisce di riempire i flaconi una volta finiti con lo chanteClaire


8 - Le ceramiche Marimekko sono la cosa più difficile da spiegare nel contesto della "tavola familiare" perché anche se Marimekko è un marchio finlandese che fin dagli anni '60  ha creato tessuti, fantasie, pattern e oggetti per la cucina e la casa bellissimi, rimane difficile far mandare giù in famiglia un piatto da 20 cm che sembra dipinto da un bimbo di nove anni col pennarello indelebile ma che costa come una messa in piega. Ho calcolato però che acquistandone uno al mese posso avere un servito completo entro il 2020.


9 - La Vaporirera- Non mi interessa se non la usate, è bella da vedere e sembrate persone che mangiano sano anche solo se qualcuno la intravede nella vostra cucina. Io ho quella di Maxwell and Williams che mi ha regalato un'amica ma che non ho trovato sul sito:




10- La Deun da comodino - Lo so, è un cerchio di led che sembra fatto per addestrare i cani del circo. Ma se mai vi capiterà mai di vederne una accesa in una sala o in una camera sopra un cassettone o un comodino ve ne innamorerete. (Guardate anche i lampadari mentre ci siete)

www.ledeun.com


11- Il cestino tailandese- C'è anche da Ikea e qui e c'è anche da Maison du monde qui; io li voglio tutti per le mie piante da appartamento. Non avete scuse. Basta vasi di plastica, almeno nascondiamoli dentro il cestino tailandese.


foto di mija mija da Instagram
12- La Serfitv- Scherzo eh, non la comprerò mai, prima di tutto perché costa e poi perché mi sa proprio di quei classici oggetti che volano in terra con facilità, però quanto sono brutte quelle stanze rovinate dalle mega tv? E invece quanto è bella la serif tv, cercatela su instagram e sul loro sito per vedere quanto è  elegante e quanto è instagrammabile.




13- La Monstera Deliciosa - Cercatela su Pinterest e capirete perché ho paura ad andare dal mio fioraio a chiederne dimensione media, prezzo e manutenzione e come si fa a farla diventare grande come tutto un appartamento. Qui la mia board Pinterest su lei e le sue amiche piante.


14- Una ceramica di Meyer Lavigne. Sì, sempre lo stesso problema di spiegare come mai pagare così tanto un vaso che sembra un lavoretto di un bimbo speciale ma io li trovo divertentissimi e anche molto eleganti. stanno bene anche nelle camerette e insomma, ne voglio uno...



6 commenti:

  1. Voglio tutto tranne la tv e il cestino e le cose che ho già 😊.
    Ps dico solo che l'aeroccino è l'unico che fa la schiuma anche al latte di soia e, in favore dell'estrattore, la frutta con la buccia è ancora meglio!

    RispondiElimina
  2. L'ho chiamato anche io centrifugatore per un po' per poi scoprire che si chiama - banalmente- centrifuga. E ho proprio quello in foto!
    Elisa

    RispondiElimina
  3. Ecco adesso voglio con tutte le mie forze il cactus di cartone.
    Elisa

    RispondiElimina
  4. Domanda: ma poi l'acqua non passa dal vaso di plastica al cesto porta pianta?
    2 io il vaso ce l ho, lo amo
    2 La Monstera Deliciosa NON LA COMPRARE MAI, ce l ha mio padre ed è diventata una giungla (brutta)

    RispondiElimina
  5. La ragazza di mio fratello fa la commessa da Marimekko a Boston. Quando sono andata a trovarli ho fatto colazione per 10 giorni in una tazza con la classica stampa bianca e nera a pois... che bellèzza

    RispondiElimina
  6. Grazie Connie, ho aperto tutti i link, salvato il post, pinnato l'impossibile su Pinterest. Ti riterrò responsabile dell'eventuale svuotamento del conto corrente.

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

Di quella notte che ho letto decine di brutte storie

I o non sono una psicologa, anzi, ho fatto la scuola dei vestitini e ho un curriculum di storie d'amore piuttosto melodramma...