L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


venerdì 22 luglio 2016

Domande scomode



La strada dell'inferno è lastricata di domande scomode e di conseguenza la nostra vita è costellata e segnata periodicamente da le stesse solite questioni a cui fa fatica rispondere; parlo di quelle domande che le persone con un po' di buon senso dovrebbero evitare di fare ma che comunque in ogni caso usciranno sempre prima o poi dalla bocca di qualcuno.


Quando siete un adolescente deforme con una tetta sì e una no, quaranta brufoli su un solo lato della faccia, il naso di un troll e i piedi di uno dell'all star game, ci sarà sempre qualche parente che ti chiederà: e allora, il fidanzatino? E tu correrai in camera tua a piangere sulla foto di classe di quello alto che fa il centravanti ed esce con quella della terza A che è sviluppata già da un anno.

Poi crescete e iniziate l'università e ci sarà sempre la carogna non necessariamente col vostro stesso dna che ti farà la solita domanda: e allora quanti esami ti mancano alla laurea? E tu senti il tuo libretto universitario fremere nello zaino come un diario di Tom Riddle.

Poi trovi un tipo che vuole stare con te e ad ogni battesimo, matrimonio, comunione ecc ci sarà il tipo che per fare conversazione visto che in questi casi non si ha quasi mai niente da dirsi che domanderà a te e al tuo dolce malcapitato: Eaaaallora? i prossimi siete voi due? E tu senti riecheggiare ancora i vaffanculi che vi siete detti in auto un minuto prima di scendere alla cerimonia.


Poi le cose si sistemano e vi sposate e allora arriva la domanda di rito ad ogni battesimo o assembramento in qualche nursery dopo un dolce scodellamento: E voi? Quando lo fate un bambino?
E tu pensi a quel test di gravidanza negativo, o a quel progetto di lavoro che prima vorresti portare a termine, pensi a quel bambino che hai perso o semplicemente al fatto che non ne vuoi e che sono cazzi tuoi.

Insomma, tutta questa lunga premessa per dirvi che le domande scomode a cui non si sa come rispondere non finiscono mai come gli esami. Ora che la Nina ha quattro anni poi mi pare di vivere con Marzullo perché le domande diventano sempre più complesse e a brucia pelo, ed esigono una risposta chiara e lucida e immediata, come se di fronte aveste una commissione d'esame composta da magnifici rettori col la faccia color cerume.

Queste sono le domande uscite l'ultima volta, se avete le risposte me le lasciate nella scatola dello sciacquone nei bagni al piano della terza B?

- mamma perché i cani dei Paw Patrol parlano e il nostro cane no?
- mamma perché non possiamo andare in giro "ignudi"?
- mamma io prima dov'ero?
- mamma perché io dormo sola e te col babbo?
- mamma perché si deve lavorare?
- mamma perché ci sono i giorni della settimana?
- mamma perché quando nel cielo c'è il sole non c'è la luna?
- mamma cos'è il tempo?

mi vanno bene anche le risposte a crocette


P.S. la foto di Snookie a significare il mio stato cerebrale di fronte a tutte le domande fatte in questo breve post









6 commenti:

  1. Cerco anche io risposta alla domanda 5 come la Nina da una discreta quantità di tempo.
    Tra le domande particolarmente bizzarre che ricordo di aver fatto a mia madre annovero:

    - mamma, ma quando divento grande come mi chiamerò? Cambierò nome?
    - mamma, ma quando divento grande dovrò sposarmi con Pierluigi (mio fratello, ndr)

    La Nina possiede senz'altro una fervida intelligenza per chiederti a 4 anni cosa sia il tempo, la maggior parte degli adulti non se lo chiede in tutta la vita.

    Ciao Connie!
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Mio nipote mentre gli facevo il bagno mi ha chiesto dove si va quando si muore. Adesso ha quasi 12 anni, sta ancora aspettando una risposta ma gli ho comprato i rayban da figo.

    RispondiElimina
  3. Mia mamma alla domanda "perché quando il sole è nel cielo, non c'è la luna?" rispondeva in maniera molto romanzata. Mi diceva che in passato erano stati sposati ma poi avevano litigato e quindi adesso non potevano sopportarsi quindi non si incontravano mai. In cielo c'è l'uno e non c'è l'altro... Certo, ha stuzzicato la mia vena romantica.

    RispondiElimina
  4. Secondo me le ultime due domande sono un'ottima scusa per regalare alla Nina un modellino del sistema solare :)

    RispondiElimina
  5. hahahahaha grande Nina con spirito naturista

    RispondiElimina
  6. Mio nipote cinquenne, a suo padre chiese: "Papà perchè i crociati pregano Gesù e poi vanno in guerra e ammazzano tante persone?".
    Credo che dopo 10 anni sia ancora lì ad aspettare la risposta.
    Nel frattempo ha coniato la parola "Isisiani" e si chiede come mai anche loro pregano il loro dio e poi ammazzano tante persone.

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

Perché parlo e parlerò poco del mio matrimonio

"Allora, come va con i preparativi per il matrimonio?"  Ecco la domanda che mi sento rivolgere da innumerevoli settimane a ...