L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


giovedì 1 ottobre 2015

L'ho spuntata sullo svezzamento (Tuc Tuc)


Avete presente quelle pubblicità o quei video di you tube dove si vedono dei paffuti pargoli seduti su dei comodi seggioloni mentre spalancano la bocca verso un bel cucchiaio traboccante di pappa melmosa? Ecco, a me questo tipo di situazione non è toccata, anzi, con mia figlia fino ad ora ho attraversato ogni classica fase della crescita (dormire, allattare, svezzamento, asilo) in maniera molto melodrammatica e controcorrente. 
In ogni caso, arrivati a quasi tre anni suonati, il fatto che tra pochi giorni cominci a mangiare da sola all’asilo mi pare un traguardo grandissimo. Lo svezzamento è stato una specie di esperimento in movimento, senza regole precise se non quelle base del pediatra e con molte infrazioni.
Ok, non dovete pensare che ho dato gli spaghetti aglio, olio e peperoncino a mia figlia di cinque mesi ma neanche che sia stata così solerte da seguire per filo e per segno il librettino di istruzioni sullo svezzamento che mi aveva lasciato il pediatra. La vera svolta è stata parlare con una mia amica che aveva da poco finito lo svezzamento che mi disse: Hai mai assaggiato la pappa molliccia e sciapa che prepari? E da lì ho capito che dovevo darmi da fare per rendere quel momento meno militaresco e insapore.  Avere a che fare con un’orgogliosa disappetente mi ha portata ad inventarmi trucchetti di ogni tipo: Aggiunte di ingredienti proibiti (come pizzichini di sale o di formaggini e parmigiano), seggioloni reclinati in tutte le posizioni più confortevoli o all’altezza desiderata, una roba da far invidia ai triclini dei patrizi romani, nonne che si muovono come ombre brandendo forchettine colme di bocconi di carne, tablet posizionato in pole position sulla tavola, canzoncine sulla pappa mimate e interpretate con passione e poi un tripudio di piattini, bicchierini e cucchiaini di tutti i colori e le fogge. 

Vi ho parlato della mia esperienza con lo svezzamento non tanto per le mie doti di madre ammaliatrice, anzi, non chiedetemi trucchetti o ricettine salutari, però anche io ce l’ho fatta! 

Detto questo, eccomi a parlarvi di della Tuc tuc, un marchio spagnolo che conosco da qualche mese, che mi piace molto e che ha lanciato una nuova linea di prodotti dedicati allo svezzamento, in particolare un seggiolone che, credetemi ,è un elemento cruciale dato che sarà il trono del vostro despota per molti e molti mesi.  
Trovate tutte le info nel link qui sotto:




4 commenti:

  1. Io non ho avuto nessun problema nell'allattare mia figlia, la classica bambina paffuta che magna e dorme. Poi siamo arrivate allo svezzamento: psicodramma collettivo, pianti (non solo i suoi) e lavatrici a non finire. Ora mia figlia ha undici mesi, ormai le do pressoché tutto ma siamo sempre al punto di partenza: fino a ieri per una settimana ha voluto solo latte e biscotti (e neanche sempre) mentre oggi, per la prima volta da tre settimane (cioè l'inizio del nido), mi hanno detto che ha mangiato QUASI TUTTO il primo e un po' di secondo. Darle da mangiare è come stare sulle montagne russe, un giorno mangia pizza e filetto, il giorno dopo NIENTE. Una mia amica ha fatto autosvezzamento con sua figlia di 1 anno: a partire dai sei mesi la bambina mangia tutto quello che è in tavola, nelle consistenze in cui lo mangiamo noi. La sua bambina è una gigante, la mia si muove leggiadra nei suoi 8 chili e mezzo ma poi mi autoassolvo perché la guardo: sta bene, è serena e sveglissima. E bella, soprattutto quando mi sorride.
    Complimenti, Connie, sei una mamma top!
    Elisa.

    RispondiElimina
  2. Il nostro ha 6 mesi adesso ci accingiamo a dei traguardi... X ora non dorme non dorme e non dorme. Causa denti che ha messo su a 4 mesi e mezzo e adesso mette gli altri? Booooo cmq è tosta tosta un bel po'. -padre disperato-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure il ha iniziato a non dormire più per i denti... Dorme solo nel lettone e pure lì si lamenta...��

      Elimina
  3. ciao, non c'entra niente col post ma http://trovaunamico.carrefour.it/qui puoi provare a vincere i peluche della pixar di carrefour

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

di quella volta che ho perso una scarpetta nel fiume

L'altro giorno, in una delle mie sessioni meditative, tipo quelle in cui fisso le tende arancioni di organza dei miei vicini chiede...