L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


lunedì 3 novembre 2014

il calendario dell'avvento


Come si fa a passare tutto questo lunghissimo Novembre? E se poi piove?  Oddio, Boh!
Forse non ci rimane altro da fare che cominciare minuziosamente a dedicarci al Natale.
Raccogliamo nastri lucenti, intasiamo le cartelle di pinterest, intossichiamoci con la vernice spray oro nel tentativo di impreziosire pigne e barattoli, insomma, stordiamoci per arrivare immuni almeno fino all’8 dicembre. 
Vi ricordo che, in caso di potente saudade o depressione latente, siamo autorizzati a fare l’albero di Natale, magari facciamolo in casa, qualche lucina, qualcosa di sobrio, un presepino di carta appoggiato su una mensola del salotto. Non è il caso di attirare l’attenzione dei vicini sulla nostra malinconia e disperazione prenatalizia mettendo già la renna luminescente sul tetto.

Io pensavo di dedicarmi ad un piccolo calendario dell’avvento. Da piccolina non ne ho avuti molti perché a dire la verità non era un usanza molto praticata in casa mia; ho cominciato a comprarne più da grande e sempre e solo di quelli con la cioccolata, Ho scoperto però che nel nord Europa é un'usanza molto comune prima del Natale e che nelle caselline si mettono proprio dei veri regali, dei pupazzini, dei biscotti, delle decorazioni per l'albero o per il presepe.
Dai, che roba di una dolcezza infinita, no?
Pensavo di farne uno per la Nina, anche se ancora non ne capisce il significato e probabilmente finirà per scaraventarlo in mezzo al giardino in un unico semplice gesto, mi piaceva l’idea di farle un piccolo regalino ogni giorno fino al Natale, in fondo questo è il primo Natale nel quale comincia a capire il concetto di regalo, Babbo Natale, attesa e sorpresa.


I calendari dell’avvento più belli sono quelli di una volta, con quei bei disegni di scenari natalizi, coi paesaggi innevati e i bambini, con gli interni delle case con l’albero e il camino acceso e col presepe. Anche a trovarne qualcuno in giro, non so se i dolcetti dentro le caselle siano ancora buoni . 

Ho trovato molte idee su internet per dei bei calendari, alcune molto semplici, altre più elaborate e adatte a quelle donne con le manine sante che sanno fare tutto e hanno sempre nell’astuccio la colla e il bianchetto.



Io pensavo di fare un genere tipo questi, col rametto e venticinque pacchettini attaccati con nastri e nastri, penso che anche per la Nina possa essere più ganzo da vedere e per me più facile da fare anche con nastrini e stoffe che ho in casa, vi tengo aggiornate...




3 commenti:

  1. Io l'anno scorso ho fatto il mio con un foglio quadrato di compensato e delle mollette di legno dipinte. :DD

    RispondiElimina
  2. Io ne avevo (ed ho tutt'ora) un calendario di stoffa dove ad ogni giorno corrisponde un sacchettino che a dire il vero non ho mai riempito, ma quest'anno potrei sfruttarlo ben benino! In compenso da Douglas profumerie hanno fatto un mega calendario dell'avvento dove per ogni giorno c'è un prodottino cosmetico in regalo! L'ho comprato a mia mamma per il suo compleanno, sono certa che le piacerà!
    Un bacione cara!
    Life, Laugh, Love and Lulu

    RispondiElimina
  3. Io l'ho comprato giusto ieri... passavo per le corsie a farmi qualche idea per i regali di quest'anno e ne ho trovato uno, bruttissimo da vedere, ma che mio figlio adorerà: il calendario dell'avvento del Lego. Ogni giorno un omino, un alberello, un oggettino da montare...
    Però è proprio brutto da vedere!

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

Di quella notte che ho letto decine di brutte storie

I o non sono una psicologa, anzi, ho fatto la scuola dei vestitini e ho un curriculum di storie d'amore piuttosto melodramma...