L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


lunedì 24 marzo 2014

Casa di Bambola

Una delle cose peggiori che faccio come muuuadre e che spingeranno presto i servizi sociali all'affidamento della Nina ad una famiglia con una madre meno disagiata, è quello di comprarle giochi non adatti alla sua età.
Le ho preso dei pasticcini in stoffa pieni di perline soffocanti, una cucina in legno che lei usa come trampolino per arrampicarsi sulla libreria e dei macarons in legno che  lancia per casa come dischetti da hokey.

Il prossimo passo verso l'assitente sociale lo compirò con una casa delle bambole acquistata un po' troppo in anticipo.
Vabbè magari intanto ci gioco io finché lei non la smette di cercare di ingerire qualunque cosa, giusto per testarla, per capire quali sviluppi ci possono essere a livello ludico apprenditivo...
Non mi vorrei trovare al pronto soccorso mentre cercano di radiografarle nello stomaco il mini set da pic nic vittoriano preso dalla soffitta della dollhouse.

Ho sempre amato le case delle bambole. Ricordo che da piccola disegnavo le case aperte con tutti i piani e le stanze arredate nei minimi dettagli.
Ovviamente, va da sé che una delle mie scene preferite nell'universo è quella  della casa di Phoebe in Friends con la stanza degli aromi che causa l'incendio...


Credo mi manchi il tempo per costruire una casa come quella di Phoebe, magari con un fantasma e costruita su un cimitero indiano che è anche una discarica di rifiuti radioattivi, quindi credo che opterò per una di queste meraviglie già pronte.


Ai Silvanian prima o poi dedicherò un post tutto per loro perchè sono un argomento su cui mi vogliono documentare molto bene dato che sono la cosa più bella e tenerellla che ci sia in giro.


.

3 commenti:

  1. attendo con trepidante attesa il post sui silvanian... a cui sbavo in segreto, segretissimo

    RispondiElimina
  2. ne ho sempre voluta una, ma sono decisa a costruirmela da me... un giorno U_U

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

di quella volta che ho perso una scarpetta nel fiume

L'altro giorno, in una delle mie sessioni meditative, tipo quelle in cui fisso le tende arancioni di organza dei miei vicini chiede...