L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


giovedì 9 gennaio 2014

Un anno di Nina


Ninetta, sei nata un anno fa e per me è stato un anno strano, diverso e sotto molti aspetti sconvolgente.
E' bastato il tuo primo mese di vita per capire che la mia di vita non sarebbe più stata come prima e che tutto si sarebbe rovesciato che io lo volessi o no, che io mi sentissi pronta o meno. Io non lo so se sono una brava mamma sai, certi giorni le difficoltà mi sembrano insormontabili e la fatica mi fa quasi sragionare, altri giorni mi sembra che tutto venga naturale  e che occuparmi di te sia la cosa che ho sempre fatto.
Da quando sei nata  la cosa che mi domando più spesso è cosa sia giusto insegnarti e cosa invece sia giusto tenere lontano da te per farti crescere felice. 
Ecco, felice, che tu cresca felice è la cosa che mi importa di più e per felice intendo buffa e un po' matta come sei e come vorrei che tu continuassi ad essere, sempre fin da vecchia. 
Se devo fare un bilancio di questo mio primo anno da mamma non posso certo dire che non sia stato fisicamente faticoso, il parto mi ha distrutta e c'ho messo mesi e mesi a tornare quasi in forma, dico quasi perché ancora ci sono zone del mio corpo che sembrano non rispondere a nessuna legge della fisica.
Nella testa invece essere "muaadre" mi ha fatto cambiare prospettiva su diverse cose, su alcune persone e su alcune priorità; ho imparato a capire quali sono le cose su cui devo concentrarmi in futuro e chi sono le persone su cui potrò sempre contare veramente.
Una cosa che scrivono spesso le mamme fanatiche e spersonalizzate è che quando ti nasce un figlio è come se si sconfiggesse qualunque tipo di solitudine. E' un ragionamento un po' egoista perché sembra che si facciano dame di compagnia piuttosto che bambini, ma se non tanto per il non sentirsi più soli, posso convenire con le isteriche sul fatto che un figlio ti da una specie di pensiero felice sempre presente che ti motiva a "fare". Fare per te Nina, fare per me stessa, fare qualcosa che prima non trovavo il coraggio di fare.
Se a volte ti sembra che io e il babbo somigliamo a due sedicenni che hanno un bambino non spaventarti mi raccomando, stiamo imparando giorno per giorno e dove non arrivo io, arriva il babbo e viceversa.
Parliamo spesso di quanto sarà difficile educarti visto che noi siamo due immaturi ragazzini/adulti, ci chiediamo come sarà avere a che fare con una bambina più grande, poi con un adolescente e via dicendo.
Io mi sono accorta però che in casa ci divertiamo tanto e anche se non siamo proprio bravi a darti regole e orari e che probabilmente ci vorrebbe già l'intervento urgente di un esercito di tate ed educatori, vedo che sei una bambina contenta che ride, ride e ride.
Mentre dormi ti vedo a volte che sogni e sghignazzi e questo mi basta.
Auguri Nina.






18 commenti:

  1. Quando ti leggo e parli di cacche e notti insonni penso "ottimo anticoncezionale ottimo anticoncezionale", poi leggo queste altre cose e la sentimentale che è in me esce col fazzoletto in mano! Detto ciò tantissimi auguri alla Nina e anche a voi che avete superato il primo anno :D
    Laura.

    RispondiElimina
  2. Come sei dolce Connie, sto studiando pedagogia e leggevo che i bambini cosí piccoli quando dormono sognano quello che è successo durante il giorno, quindi se sghiggnazza è perchè è davvero felice :) io credo tu sia una mamma meravigliosa :) ancora tanti auguri alla piccola Nina ogni giorno piú bella e piú sorridente!

    RispondiElimina
  3. ma infatti: se ride tanto è perfetto e perfetto è quello che state facendo tu e il babbo.
    Auguri Nina!

    RispondiElimina
  4. sono a lavoro, potresti evitare di farmi piangere????
    Auguri alla mia Niña!

    RispondiElimina
  5. Naturalmente ho i lacrimoni agli occhi, tantissimi auguri alla Nina ed alla sua super muuuaaadre!!!

    RispondiElimina
  6. "E dove non arrivo io arriva il babbo e viceversa".
    Andrà tutto bene, Connie. Andrà bene perché avete trovato il trucco per essere invincibili.
    Ancora auguri.

    Kella

    RispondiElimina
  7. Vedere il proprio bimbo sereno è la conferma migliore che una mamma possa ricevere. In quanto al farsi compagnia... oddio quante volte ho sognato di essere SOLA! Ma poi ti dicono MAMMA e ti buttano le braccia al collo e non c'è piu niente da fare.
    E Connie il bello deve ancora venire! Quando iniziano a parlare fanno scompisciare!
    Ancora auguri

    RispondiElimina
  8. Ecco, mi fai commuovere.
    Ancora auguri alla principessa Nina e un abbraccio enorme alla regina muuuadre Connie.
    Siete eccezionali.

    RispondiElimina
  9. Dillo che vuoi farmi piangere senza ritegno.
    Che già non posso esserci e uffa!

    Tanti auguri ancora. ♥
    E non ti fare tante domande, che siete una famiglia bellissima!

    RispondiElimina
  10. Dillo che vuoi farmi piangere senza ritegno.
    Che già non posso esserci e uffa!

    Tanti auguri ancora. ♥
    E non ti fare tante domande, che siete una famiglia bellissima!

    RispondiElimina
  11. mille auguri anche da parte mia! E sono d'accordo con te. Ci si può sentire molto soli, lo dico per esperienza, anche con un micro essere umano in casa, la solitudine non si risolve di certo figliando. Forse con i figli si comincia a cercare un pò di più. Ma è quella solitudine bella, di cui impari ad aver bisogno per stare bene.

    RispondiElimina
  12. tantissimi auguri Nina bella! e brava te, Connie! ti vogli obene cazzara, ma anche tanto così :)

    RispondiElimina
  13. eccheccccc anche io sono a lavoro con i lucciconi!
    Augurissimi alla petit Nina!

    RispondiElimina
  14. Fossero tutte così le mamme (e i babbi) il mondo sarebbe un posto migliore!
    Tanti auguri ancora Ninetta bella!

    RispondiElimina
  15. Va beh se volevi farmi commuovere ci sei riuscita alla grande!!
    Auguri ancora Nina! Bella, simpatica e fortunata ad avere una mamma così <3 <3 <3

    RispondiElimina
  16. Ho iniziato con le lacrime alla terza riga, che considerato che leggo dal telefono è tipo la settima parola.
    Tanti auguri Nina ♥

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

Perché parlo e parlerò poco del mio matrimonio

"Allora, come va con i preparativi per il matrimonio?"  Ecco la domanda che mi sento rivolgere da innumerevoli settimane a ...