L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


mercoledì 31 luglio 2013

La "camerina" della Nina


Beh come tutti sicuramente sapranno io nasco prevalentemente come arredatrice d'interni ( risate registrate). E comunque datemi un budget e io vi trasformo una stanza così così in una stanza che dire AMAZING è poco ( ancora risate fuoricampo).
E infatti, non appena ho scoperto di essere incinta, mi sono fiondata nell'arredare la camera della pargola e dove prima c'era il mio guardaroba( finito tragicamente in soffitta)ho arredato questa stanzetta. 
Quando ho cominciato ad arredarla non sapevo ancora se avrei messo in pista un Nino o una Nina e ho optato per una camera multicolor. In più non sono una grossa amante nè del rosa (o celeste)neonato, nè delle camerette prefabbricate tutte coordinate che poi ti ci ritrovi dentro a sedici anni in puro stile coglionazzo. Ovviamente essendo squattrinata ho ravanato a grosse mani nel repertorio Ikea ma con qualche piccola aggiunta qua e là giusto perchè tutto tutto swedish style mi fa un po' catalogo e noi qui tutto siamo fuorchè gente da catalogo...


Le lampade di carta sono di Urban Outfitters e su Zara Home ho comprato i pomelli da sostituire a quelli della cassettiera Ikea che sono tragicamente brutti.



La stampa viene da un mercatino francese e credo che si tratti di una pubblicità di una linea di abbigliamento presa da qualche rivista dell'epoca.



Il quadro qui sotto con la bimba e l'orso è del mio disegnatore preferito Michael Sowa
Se vi state chiedendo in casa di chi avete già visto i suoi quadri eccoli qui.





Queste piccole stampe le ho ritagliate da alcuni Vogue Russia di molti anni fa. Non ricordo il nome dell'autrice di questi disegni ma sono in una qualche galleria di Mosca. Non sono mai riuscita a recuperare il nome della pittrice ma i bambini che si scaccolano attirarono subito la mia attenzione.




L'armadio era un vecchio armadio di mia nonna, di quelli dove entrano un milione di cose, l' ho ridipinto di rosa ( l'unica lincenza che ho concesso al rosa bebè).


Le stampe qui sotto sono la prima un disegno della mia adorata MissVan e la seconda una stampa che ho preso su noeuf con disegnati tutti gli insetti. E' bene che la Nina impari a conoscere quei maledetti.



lunedì 22 luglio 2013

Potere delle principesse Disney, vieni a me!





Allora, il fatto è questo: al Disney store, mentre cercavo di prendere una di queste bambole, era in corso un assalto di bimbe russe stra ricche con carrelli stra colmi di qualunque cosa. Mettendomi contro la mafia russa ho potuto soltanto strappare di mano ad una nana con la faccia da sorcio la bambola di Pocaonthas.


Ok, è la meno principessa delle principesse Disney, poverina. Le frange non vanno più e il biondo la pianta e sparisce. Però è una grande poser per autoscatti e ho scoperto che nel mondo ci sono persone meravigliose che confezionano abiti extra per queste bambole.




La prossima sarà Aurora che come tutte sappiamo è quella coi capelli più belli di tutte, nasce principessa, e non fa altro che dormire. Quindi come esempio da dare alla Nina non mi pare male.


Cenerentola poverina c'ha il background da colf e me la immagino negli anni dopo il matrimonio col riflesso incondizionato di alzarsi a sparecchiare la tavola.

Mulan se non fosse per il vestitino cinese non so. Il cartone non mi è piaciuto gran che. E poi il cinese da cui compro le cover del telefono ha le unghie lunghe, mi fa paura e mi tratta da stupida.





Biancaneve è davvero la più bella di tutte. C'ha un visino truccato bellissimo. Però vabbè, la casa con i sette nani è un immagine che non si cancella.


Belle è emancipata e intelligente ma comunque per sistemarsi si piazza con la bestia e vabbè che c'aveva la casona e la biblioteca, le stoviglie parlanti e che Gaston era l'alternativa però sempre Bestia rimane.




Jasmine mi è sempre piaciuta ma a sto punto sarà già la decima undicesima moglie di Aladdin.



Infine Ariel. Lei è la mia preferita. Capelli bellissimi, voce bellissima e non vedo l'ora di mimare "Come Vorrei" insieme a lei.


sabato 13 luglio 2013

Royal baby gadget! Arrivo!




Allora, diamoci una calmata che la Kate poverina é lì che spinge e mi dicono anche che probabilmente é pure ipnotizzata. 
Io intanto, nell'attesa, sto morendo tra i gadget e ovviamente ho già commissionato ad esperti in loco, la tazza commemorativa del pupo da poter mettere sulla mia mensola di cucina insieme alla tazza della nonna Diana, della bisnonna Elisabetta ecc. 


In alternativa ho anche frovato questo link preziosissimo











Recommendations by Engageya

Post in evidenza

Perché parlo e parlerò poco del mio matrimonio

"Allora, come va con i preparativi per il matrimonio?"  Ecco la domanda che mi sento rivolgere da innumerevoli settimane a ...