L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


domenica 17 luglio 2011

Gerontofolies d'estate


Io odio invecchiare! E odio ancora di più quelli che mi dicono che bisogna accettare il tempo che passa  e che i quaranta sono i nuovi trenta. E i trenta cosa minchia sono? Cribbio! 
D'estate poi mi sento ancora più vecchia, in giro i giovani saltellano e si denudano e anche io metto a nudo una percentuale più ampia del mio corpo ( per il caldo non perché sono soccola!) ed ecco che ogni giorno davanti allo specchio è tutto un comparire di rughette, carni pendule, venuzze, capillari impazziti, macchie e capelli bianchi. E non mi consola pensare a me da vecchia, non mi vedo come una nonna papera circondata di nipotini, piuttosto una crudelia demon che si fa cappotti di gatti. E' così ingiusto e così terribilmente democratico l'invecchiare che se mi ci fisso divento matta. I maschietti c'hanno la crisi di mezza età, si comprano la macchina cabrio e cercano di portarsi a letto qualche minorenne e a noi donne cosa rimane? Ve lo dico io cosa rimane:

I piedi che sembrano sempre gonfi e appena porti una mezza scarpa scomoda si riempiono di bozzi e schifezze che non si scalfiscono e poi ora comincio a soffrire di mal di piedi con qualunque tipo di calzatura! Da giovane se un paio di scarpe mi piacevano riuscivo a deambulare su paia con una numerazione che variava dal 36 e mezzo al  41 senza battere ciglio. Ora quando mi compro un paio di scarpe devo essere seduta mentre le provo, comprarle del mio numero preciso, provarle in tutte e due i piedi e poi comunque finisce che mi fanno male!

Le vene varicose sono una graziosa eredità dei miei avi che, oltre ad un pessimo fiuto per gli affari, si tramandano da innumerevoli generazioni questa piaga, direi che se un giorno dovessi disegnare uno stemma nobile della mia famiglia ci metto su una vena varicosa.

Io per anni ho fatto la smargiassa, ho mangiato quello che ho voluto rimanendo sempre magra, flaccida ma magra. Fino a qualche anno fa era tutto un profondere di spaghettate di mezzanotte, mcdonald a cadere, pane, pasta e roba piena di grassi saturi; poi un giorno ti bussano alla porta due losche figure...la cellulite e la forza di gravità, ed ecco che sei un'arancia moscia di quelle che rimangono nel cesto della frutta ignorate anche dai moscerini.

Le tette piccole o grandi che siano vanno tutte verso la stessa direzione, cioè il pavimento.
Io poi c'ho un problema grosso non con le rughe, ma con LA RUGA. Io la chiamo "la ruga di Dylan" perché ce l'abbiamo solo io e Luke Perry. Lui sta messo peggio di me perché ce l'ha sempre mentre invece a me viene fuori solo in estate!Tiè Dylan!


E poi mentre un giorno siete lì che vi spazzolate le vostre chiome, eccolo lì, un capello bianco, l'inizio della fine, la firma su una polizza a vita che vi lega alla l'oreal e le sue fottute nuances! Io quando ho visto il primo capello bianco, orrido e di un' altra consistenza, ero già propensa a farmi i capelli come la moglie di Frankenstein, poi visti gli ultimi trascorsi della mia parrucchiera ho capito che ho fatto la scelta giusta...per ora...



Ho pure scoperto che invecchiando il naso cresce e scende, quindi direi che esteticamente per il futuro sono sistemata!

Infine, la vecchiaia non è solo fisica, alla decadenza fisica in parte c'è rimedio, ci si può sempre botulinare e sappiate che se vinco un mezzo grattaevinci mi rifaccio tette, naso e blefaroplastica nel giro di 3 giorni; tuttavia come dicevo non è solo il corpo che invecchia, lo spirito sta proprio andando a male, mi stanno sulle balle i giovani dai 29 anni in giù, ho voglia di bucare palloni di bambini, sono attratta dal fare la coda alla posta, dormo poche ore e anche se torno tardi la sera, verso le sette di mattina ho voglia di alzarmi e fare un soffritto e infine l'altro giorno, mentre portavo fuori il cane, mi sono spontaneamente fermata a leggere gli annunci funebri su un cartellone...

il prossimo must have sarà sulle vestine da casa...

5 commenti:

  1. IO HO TUTTO!
    Vene varicose? CELO
    Capello bianco? CELO
    Piedi che non mi va più il 37? CELO
    Parenti che dilapidano patrimoni? CELO
    Cellulite? CELO
    Naso in crescita? CELO
    Tette in calo? CELO
    RUGA? SEMPRE AVUTA QUELLA TROIA!
    E come segno della appena sfiorita giovinezza cosa mi è rimasto? I brufoli.

    I trenta sono i nuovi venti.

    Andiamo a Uomini & Donne Over insieme, Connie.

    RispondiElimina
  2. Io non so te Sarinski ma il mio invecchiamento è così acido che non sono neanche adatta alla televisone della terza età!

    RispondiElimina
  3. ehm...vorrei farti notare che io ho 5 anni meno di te e le ho già tutte queste cose...compresi i parenti senza il fiuto degli affari visto che siamo sorelle...e io ho solo 27 anniiiiiiiiii!!
    comunque vorrei solo diventare una figosissima vecchia che fuma!

    RispondiElimina
  4. AHAHHAHAHHHHHHAHAHHH
    VOGLIO ELEGGERLO IL POST + TOGO DEL 2011!!!!!!

    RispondiElimina
  5. ma siete tutti PAZZI!!!!!!! tutti penzate alla vecchiaia delle rughe di questo e quell'altro ma nessuno penza che e bello conoscere tutte le eta della bellissima vita che abbiamo e poi essere anziani non vuoldire non divertirsi più anzi sei circondata da i tuoi nipotini CHE BELLO!!!!!!!! se ti alzi presto e per cucinare qualcosa di buono e potrai dare buoni consigli da anziana saggia. PENSATE ALLE COSE POSITIVE OGNI TANTO..........

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

di quella volta che ho perso una scarpetta nel fiume

L'altro giorno, in una delle mie sessioni meditative, tipo quelle in cui fisso le tende arancioni di organza dei miei vicini chiede...