L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


martedì 25 gennaio 2011

La strage di San Valentino


Ultimamente, nella mia ora di leggerezza, mi concedo la visione di un programma che fanno su Sky e che si chiama "Mi ha lasciato, cambio vita", si tratta di un format televisivo nel quale la Stefanenko rimette a nuovo relitti umani, rottamati e spesso sbeffeggiati dai loro ex fidanzati. Un momento topico del programma è quando la Natasha, con la sua glacialità sovietica, costringe  il concorrente a gettare nel fuoco i regali e i ricordi degli ex fidanzati con  conseguente summo dolore del lasciato. Perchè faccio questa premessa? Perché per me vedere quell'ammasso di cianfrusaglie pelose, plastificate e rosa che brucia è più esplicito che conoscere di persona l'ex diabolico. Perché dico questo? Perché si avvicina quella ridicola festività che è il San Valentino e, a meno che non abbiate quattordici anni, ci sono regali che è bene evitare, cari i miei innamoratoni, lasciate che in futuro sia bruciata roba un pochino più chic nei roghi della Stefanenko.
E poi non so perché, ma se ci fate caso c'è un confine molto labile tra l'oggettino romantico  e il dono funerario, si parla di cuscini, corone di fiori e via dicendo quindi ecco a cosa evitare:

Il cuscino con la foto no! Per favore no, neanche se la foto ve l'ha scattata Helmut Newton, neanche se siete due superficoni, neanche se a casa sua il vostro trottolino amoroso non ha niente dove appoggiare la testa!


Stesse identiche parole per la tazza...meglio bere mettendo le mani a conchetta!


I peluches in generale sono oggetti inutili, ingombranti. Credo che dentro al peluche che campeggia smoscio sulla mia mensola dalle scuole medie ci sia una civiltà "acaradiana"ormai al primo rinascimento. Desistete...


Le rose rosse sono indubbiamente dei bellissimi fiori, sono il simbolo della passione e dell'amore e zzzzzz. Dyomyo che noia! Veramente, non se ne può più, su' uomini un po' di fantasia, su' fiorai un po' di spirito di commercio! Madre natura non fornisce solo rose rosse a gambo lungo, e il linguaggio dei fiori è la storia più falsa del mondo! 
E poi ce ne vuole un treno per fare bella figura, con una rosa a gambo lungo lì da sola cosa pensate di fare?



Poi ci sono le pantofole, non so perché ma per san Valentino si regalano le pantofole; a parte l'aberrazione di regalare pantofole per dimostrare passione c'è l'aggravante di regalarle rosa e pucciose con coniglietti peluches e robini amorosi vari! Questo abominio mi dicono da più parti è una pratica unisex...brrrrrr



Che dire dei cioccolatini? San Valentino è una festa disgraziata che si piazza dopo gli stravizi delle feste e cioè quando la dieta è ormai in fase avanzata; regalare cioccolata ad un affamato che da un mese mangia carote e pollo alla griglia è quanto di peggio si possa fare, se poi i cioccolatini sono i Baci Perugina con le frasi di Moccia lì si va a ledere anche lo spirito oltre che al corpo!



Ci sono poi quei tipi che non hanno cognizioni spazio /temporali e la sera del 14, alle sette e mezza, scoprono che è la festa degli innamorati e avendo nel dopocena appuntamento con la dolce metà corrono ai ripari fermandosi in autogrill o nel primo negozio di dischi che trovano, chiedono al commesso un qualunque cd con canzoni d'amore...ed ecco che ti trovi un folkloristico cantante country italiano che si lamenta dal tuo stereo!




Infine per san Valentino, come per altre festività inutili, i ristoratori si trasformano in una categoria  truffaldina dato che anche da "Pizza pazza" mettono una candela in mezzo alla tavola, propongono la pizza degli innamorati e raddoppiano il prezzo di tutto quello che si trova sul menù. Il 15 Febbraio torna tutto come prima. A sto punto è più onesto un Big Mac a questo punto!


Se proprio vi prude il portafoglio e volete omaggiare la vostra dolce metà non buttate via i soldi, non regalate cose che poi la Stefanenko brucerà, e visto che prima avevo fatto un paragone coi funerali vi dico anche: "Non fiori ma opere di bene". Dove opere di bene sta per scarpe e abiti per la donna e giochi della playstation per l'uomo! Provare per credere!

9 commenti:

  1. ...anche xche' i diamanti prima dei 40..fanno volgare..molto meglio un intamontabile borsetta!!!bet

    RispondiElimina
  2. eppure c'è ancora qualcuno a cui piacciono i prodotti personalizzati. Il mio moroso sicuramente mi regalerà qualcosa dal sito www.fotomox.com Ho visto la cronologia sul suo pc ed ho visto che stava spulciando questo sito.

    RispondiElimina
  3. L'importante è che piacciano a te! Io personalmente non li amo molto ma forse solo perchè non ho una faccia degna di essere stampata su niente! EHEHE!

    RispondiElimina
  4. Connie... ti adoro... parliamo invece del mezzo cuore???? o della "fedina" in argento ???? CREDIMI: ESISTONO ANCORA PERSONE CHE PENSANO A QUESTO TIPI DI REGALI!!!!!

    RispondiElimina
  5. ma tu non sottovalutare il potere di un gioiello! Una volta un mio patetico ex mi ha regalato un anello con un microscopico patetico diamantino che hoRivenduto poco dopo la fine della patetica storia per acquistare il biglietto del concerto dei red hot. e se mi avesse regalato un cuscino con le nostre foto? L'unica soddisfazione era sbudellarlo con un grosso coltello da cucina!...il cuscino

    RispondiElimina
  6. Fedina in argento: come sembrare sposati e vecchi prima dei 25 anni..

    RispondiElimina
  7. oppure una bella gigantografia!??!? una raccolta con le foto ''+ belle'' .........
    che dopo la rottura (che prima o dopo potrebbe avvenire) bruci nel caminetto x cuocerci le castagne! -___-''

    RispondiElimina
  8. Io una volta ho fatto una busta piena di teste di ex ritagliate dalle foto, non so bene cosa volessi farne, forse un decoupage su un annaffiatoio di latta...mah!

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

Perché parlo e parlerò poco del mio matrimonio

"Allora, come va con i preparativi per il matrimonio?"  Ecco la domanda che mi sento rivolgere da innumerevoli settimane a ...