L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


giovedì 25 novembre 2010

La rucola tra i denti- Socialnettuorc

L' abito non fa il monaco ma il profilo sul social network spesso sì; e anche qui ci sono comportamenti da evitare assai accuratamente, giusto giusto per dare una ripulita alla propria immagine e non cadere in universi trash del "internette".
Ogni tanto ognuno di noi manifesta qualche debolezza sui social network, un link stupidino, una frase fuoriluogo, il cuoricino inviato al fidanzato, ma va bene, facebook non è l'Accademia della Crusca e alla fine nasce proprio per il sano cazzeggio. Ci sono tuttavia dei personaggi che, inconsapevolmente o meno, si sono incastrati in certi tunnel on line e ne vanno fieri. Più o meno ho individuato queste tipologie di profili molesti, e li ho individuati senza bisogno di infierire contro i poveri adolescenti di oggi che si sa, usano Facebook come noi usavamo le Smemorande negli anni '90 e cioè imbrattandole di scritte ovvie e varie bimbominkiaggini.


Comincio con i Dottor Jekyll che sono quelle persone che magari conosci fuori, ad una cena, in una serata piacevole, persone che trovi intelligenti, interessanti e divertenti ( maschi e femmine non pensate subito male, parlo di amici e amiche) e quando poi ti mandano una richiesta d'amicizia, tu entusiasta e lusingato accetti e tac, ti ritrovi la bacheca intasata di link idioti, frasi di fabiovolo, decine di commenti sulle tue foto e 120 richieste giornaliere per aiutarlo a comprare un trattore su Farmville! Delusione cocente!



Ci sono poi i Gordon Gekko, quegli amici che nella vita reale si lamentano continuamente di quanto il loro lavoro sia massacrante, di quante telefonate intercontinentali e conference call giornaliere affrontino e di come il capo li stressi cosi tanto da non trovare un attimo neanche per andare al bagno e poi, ogni volta che attacchi la chat ce li trovi, scopri che hanno fatto 4 milioni di punti al Biotronic o possiedono 26000 galline nella fattoria suddetta.


E poi ci sono i miei preferiti, i mandrilli dell'etere, quei martelli che martellano continuamente, sconosciuti amici di amici, parenti di parenti, padri di famiglia a cui si è concessa l'amicizia per cortesia e che non appena  hai clikkato "accetta amicizia" commentano tutte le foto dove vedono mezza scollatura, un cm quadrato di coscia,  una mezza sezione di chiappa, inoltre condividono ovvietà su parti anatomiche di Belen Rodriguez e appena ti metti in chat ti chiedono che fai, dove sei e come sei vestita?
Desistete amici, desistete!



Tra quelli più divertenti da analizzare ci sono quelli che io chiamo A fabulous life, che alla domanda "a cosa pensi  ?", si sentono nell'obbligo di rispondere solo con amore, felicità e pucciosità varie verso amici  e parenti, loro hanno morosi e morose  belli e bravi, le amiche più matte matte e divertenti, i figli che fanno la cacca profumata e mettono solo foto di sorrisi, feste, viaggi e acquisti freschi freschi di battitura di cassa. Sono vampiri assatanati dell'invidia altrui e finiscono per costruirsi una vita così favolosa ma così favolosa da risultare senza dubbio finta e costruita. Tutti noi abbiamo qualche piccolo giramento e ci sono angolini puzzolenti nella vita di tutti! Questo è un dogma!



Aaaaahhhh gli attivisti politici! Quante scorpacciate di link di Santoro, quanto Saviano a cadere, che abbuffate di Travaglio! Mi ricordano quei rastoni che fuori dalla facoltà mi davano un giornaletto  ingiallito e mi chiedevano il numero di telefono per invitarmi ad un interessantissimissimo dibattito sugli "orizzonti della lotta di classe" (nel 2001?). Ci sono quelli che vedono nel social network una tribuna politica permanente e palesano a tutti il loro sacro fuoco dell'impegno sociale.
Rilassatevi che tanto lo so che mentre caricate i video antiberlusconiani sull'altra pagina siete su You porn, è naturale, non sentitevi in colpa.


Poi c'è il tipo che io chiamo Hovogliadidance che è in discoteca sette sere su sette, posta solo musica da discoteca, indica solo che lui parteciperà a varie serate anni '70,  '80 e '90 in discoteca e il sabato mattina alle otto, dopo la discoteca, ha già postato una decina di foto di se stesso che balla o beve in  discoteca, spesso regalandoci massime del genere : " raga, balla pesa" o quando è in vena poetica  " grazie amiche /amici per l'emozione della serata di ieri, siete speciali!".


L'ultima categoria fresca fresca di nascita è quella che io chiamo "where is Waldo?". Si, perchè se googlate Waldo capite a cosa mi riferisco. Parlo di tutti quelli che con la nuova applicazione dell'Iphone ti fanno sapere ogni pie' sospinto dove sono, dal piastrellista, all'osteria, dal pizzicagnolo. Premettendo che è uno strumento assai utile per i ladri che vogliono svaligiarvi casa, aggiungo che se uno fosse alla Playboy Mansion o al concessionario Lamborghini, potrebbe anche essere solo della sana boria feisbucchiana, ma per il resto, a me, il dubbio che a qualcuno possa fregarlgiene una benamata se sono in farmacia un pochino mi verrebbe.




Io appartengo alla categoria impiccione stalker e spulciatrici di profili. Confesso. Chi ha il coraggio di fare coming out?

3 commenti:

  1. Titta di Girolamo27 novembre 2010 10:41

    Grande! Io se avessi un colpo solo da sparare starei le ore a pensare se usarlo per i A fabulous life o i Where ìs Waldo. Ti segnalo, per il futuro, anche gli app addicted, quelli che cercano le applicazioni più improbabili e poi passano le ore a postarle nella bacheca degli amici. Malati.

    RispondiElimina
  2. ne ho tre su sette.... ho vinto? altro gratta e vinci..grazie...ritento la fortuna :-)

    RispondiElimina
  3. no, per vincere ce ne vogliono minimo quattro, ma potresti tramutarti tu in uno di questi!;)

    RispondiElimina

Recommendations by Engageya

Post in evidenza

commessa una volta commessa tutta la vita

Quando sei stata commessa lo rimani per tutta la vita, l'esperienza lavorativa ti segna. Nessuna ex commessa o attuale commessa potr...