L'ENFANT CHIC            IL PENSIERO FLOTTANT              À LA PAGE     


giovedì 6 aprile 2017

La nerd che è in me vs tutto il Pinterest del mondo

C'è un tempo per Pinterest, un tempo per Instagram, un tempo per le riviste patinate, un tempo per coordinare gli asciugamani in scala di colore nel mobiletto dell'armadio del bagno, un tempo per disporre i libri con la costola con la stessa tonalità di colore sulla mensola, c'è un tempo per le verriere e per le lampade di modernariato, un tempo per le piante tropicali e i cuscini con le fantasie geometriche, c'è un tempo per vestirsi da francese chic o coreana benestante in vacanza a Firenze, c'è un tempo per collezionare soprammobili d'antiquariato, un tempo per le borse di paglia, un tempo per i vasi con forme strane e i piatti dipinti a mano da una scandinava con la casa tutta bianca, c'è un tempo per il decluttering total francescano e il conseguente look da Dylan McKay perché hai solo t-shirt bianche e jeans, c'è un tempo per il minimal trascendentale ascetico, un tempo per travasare il Dove nei flaconi Aesop e un tempo per nascondere, in una cesta di iuta intrecciata da un mongolo a 383838 km di altezza, i flaconi più brutti.
Però c'è anche il tempo dei nerd, quello in cui vorresti comprarti un Tardis e metterlo in mezzo al salotto in bella vista, quello in cui vorresti tutte le action figures di Star Trek, un tempo in cui vorresti in sala la Morte Nera fatta col Lego esposta sulla mensola più in vista, un tempo in cui vorresti stare in casa col mantello di Harry Potter, la bacchetta e la saetta disegnata nella fronte a gridare "Crucio!" a tutti quelli che passano sotto casa, c'è un tempo in cui vorresti il poster di One Piece da appendere in camera, anche solo dietro la porta, e un tempo per la spada di Aragorn? Di certo appesa lungo il corridoio e anche un trono di spade come sedia per guardare la tv. Oh!

Non posso, i nerd sono la mia confort zone, è vero ma la nerd serena e felice che vorrebbe solo leggere fumetti e collezionare idoli in plastica e vecchi giochi in scatole originali, è incatenata nelle segrete del mio animo e la Connie arredatrice e adulta tiene la chiave della segreta nella tasca della vestaglia di seta e quella poverina urla davanti ad ogni oggetto cult, ad ogni Lucca Comics o solo guardando la casa di Sheldon Cooper.



Però, alla faccia del design, la lampada come Sherlock me la son comprata, tiè!





martedì 28 marzo 2017

She-Devil

Vorrei che iniziaste a leggere questo post con questa canzone di sottofondo (questa). Sì perché vi parlo di quando in casa c'è una dolce bambina, che ti abbraccia e ti cerca e ti dice "mamma come sei bella quando" ti vesti per uscire;  di una bella creatura che riempie la casa di dolcezza e cose buffe e che, anche se ha il suo bel caratterino, ti circonda di affetto e amore con la ricerca delle coccole e col bisogno di te.

Poi un giorno (qui dovete spegnere la canzone) arriva She Devil, ti ritrovi con un'adolescente formato polly pocket che ti dice che non sei la sua mamma che vuole un'altra famiglia che vuole stare col suo babbo e che il cane è meglio se la sera lo porti fuori te perché preferisce farsi addormentare dal babbo.  TU QUOQUE?

Tutto questo perché? Perché l'hai portata via all'ora che era giusto venire via da un posto dove si divertiva e le hai impedito di andare al parco giochi mentre diluviava. Da allora in casa una strafottente che non si abbassa a chiedere scusa, che ti ridacchia in faccia quando le dici che si è comportata male e ti ha detto cose brutte che ti fanno soffrire. La regola in casa è che non si va mai a letto arrabbiati e stiamo andando a letto arrabbiate da due giorni, senza un bacio o una gentilezza. 

Come ci si comporta? Io manco con i fidanzati che facevano gli stronzi mi son sentita così triste e mi trovo arresa perché sono sempre una che sa come comportarsi in questi casi, invece ignorarla e pretendere le sue scuse mi sembra l'unica via al momento ma non porta frutti, lei canticchia gioca e mi ignora e io mi incarognisco sempre di più come se davvero fosse un adulta e mi sento ancora peggio.


Mi hanno detto tante mamme che è una fase, mi hanno detto tanti ragazzi ancora non genitori, che anche loro hanno passato questa fase e che, o c'è qualche messaggio che lei percepisce in maniera sbagliata fuori da casa, o è solo un momento di sfida, un momento di crescita dove prende consapevolezza del suo carattere attraverso questa sfida. (Pronto Crepet?)

Nel frattempo mi trattengo dal chiamare il sacro collegio di correzione svizzera delle suore carmelitane scalze ma le ho chiuso i rubinetti di regalini e attività varie , almeno per questa settimana, e se è vero che sono piccoli per non capire cosa vuol dire ferire e non capiscono il senso reale del gesto del chiedere scusa, almeno le farò capire che, quando sbaglia, al suo errore segue una reazione. Non posso tenere il muso ad una bambina, mi rendo conto, capisco che delle scuse ottenute in maniera coatta sarebbero scuse meccaniche e non metabolizzate; non posso neanche farla troppo lunga. In questo blog vi ho parlato sempre del meglio e del peggio e di quando mi sono trovata in difficoltà nel mio ruolo di mamma, ecco questo è un momento di difficoltà, so che sono in una fase delicata che può stabilire l'andamento del nostro rapporto nei prossimi anni. I bambini oggi hanno tutto, sono protetti, coccolati, accompagnati e noi genitori viviamo nell'ansia di non fargli mancare nulla né affettivamente né materialmente ma credo che, se è vero che è piccolina per non capire il gesto, sia già abbastanza grande da capire che sono una persona e che non deve dire e fare certe cose prima di tutto con me e soprattutto agli altri. 

Ditemi dove sbaglio e se sbaglio.


lunedì 20 marzo 2017

eccomi di nuovo! Libri per bambini! #babybooklovers

Eccomi di nuovo qui, stavolta a stretto giro, con la mia piccola rubrica. 
Ci siamo rifornite di nuovi libri e, come sempre, ve ne parlo con piacere e, come sempre, nei commenti e su snapchat e instagram, suggeritemi nuovi libri ed acquisti!
Avevo promesso anche di fare un post sui libri vintage che ho preso nei vari mercatini ma ci sto mettendo molto tempo a leggerli perché alcuni sono veri e propri piccoli romanze e ne ho diversi in cantiere, vorrei parlarvene quando li ho tutti letti! 
Intanto iniziamo con questi "moderni":


Fiabe a Tutto tondo - Cappuccetto Rosso - Ed. Sassi Junior

La trama della storia credo non ci sia bisogno che ve la spieghi ma la bellezza di questo libro sta nel fatto che volendo è anche un vero e proprio gioco. Aprendolo e legando i nastrini si trasforma in  una giostra di diorami pieni di particolari, il racconto è scandito con gli scenari in 3d pieni di dettagli da scoprire. Alla Nina piace tenerlo sempre aperto in camera e leggerlo ruotandolo come un piccolo teatro portatile!!



Flon-Flon e Musetta - Elzbieta - Ed Aer

Un libro senza dubbio dall'argomento piuttosto impegnativo e per questo adatto sicuramente ai bambini dai 4/5 anni in su, tuttavia è un piccolo albo dalle illustrazioni delicate e dai caratteri grandi che parla della guerra in maniera gentile. Tratteggiando la storia di due coniglietti amici e divisi dalle spine di un conflitto grande e incomprensibile, questo racconto scritto da un'autrice Polacca molti anni fa, riesce a spiegare ai bambini un qualcosa di difficilmente spiegabile. Pensavo che alla Nina l'argomento "guerra" sarebbe rimasto incomprensibile o spinoso invece le ha suscitato interesse e mi ha anche fatto qualche domanda che non mi aspettavo. 



Scopro la musica - L'orchestra - edizioni Usborne 

Ok, ammetto che questo libro è uno dei miei ennesimi tentativi di incanalare le energie della Nina verso la musica classica e devo ringraziare una ragazza che su snapchat mi ha mandato un video live direttamente dalla libreria dove lo ha visto! Ovviamente l'ho cercato subito ed è stato molto apprezzato! Per questo oltre alla copertina occorre anche  un video!





Cerca e trova - In Viaggio - Sassi Junior

Un libro/gioco pieno di dettagli da scoprire e cercare, una grafica un po' anni sessanta piena di colori e per finire un testo breve ed in rima; il libro si apre in grandi pannelli con l'elenco delle cose da cercare ed in questo, a tema viaggi, ci sono personaggi da cercare negli aeroporti, nelle città e al mare.  É divertente e adatto anche ai più piccolini, ovviamente la Nina ha imparato già a memoria  tutte le disposizioni delle cose da cercare e fa la gradassa ma le piace anche farsi spiegare i vari dettagli presenti sullo scenario.





I'm a Bunny - Richard Scarry - ed. Golden Books 

Ok, ammetto che quando ho visto questo piccolo volumetto in un una libreria inglese di Firenze non ho saputo resistere e l'ho preso senza neanche consultarne il contenuto. Richard è sempre una garanzia, si sa, è un libro adatto ai piccolini ma con illustrazioni di una dolcezza che fa bene al cuore anche dei più grandi. (perfetto per la pasqua)




APE - Una piccola meraviglia ella natura - Britta Teckentrump - Ed. Sassi Junior 

La storia in rima della giornata di una piccola ape che in ogni scenario si intravede più piccola o più grande, oppure circondata dalle sue compagne ma sempre intagliata e intravista nella sua cella mentre operosa trasporta nettare e cerca nuovi prati fioriti. Illustrazioni quasi da appendere come piccoli quadri e libro adatto a bambini curiosi e amanti della natura che già si cimentano con la lettura.




Mi disegni un piccolo principe? - Michael Van Zeveren - ed Babalibri

Un piccolo racconto per bambini che vanno a scuola e vogliono esprimere la loro creatività! Una pecorella (animale scelto non a caso) deve disegnare come tutte le sue compagne di classe, un piccolo principe che a lei non riesce, la mamma allora le dice di guardare oltre le cose e di disegnare anche quello che non vede o quello che le fa vedere la sua fantasia! La piccola pecorella scoprirà di essere una vera artista dell'astratto!




(SASSI JUNIOR - BABALIBRI - GOLDEN BOOKS - USBORNE -AER)



Recommendations by Engageya

Post in evidenza

La nerd che è in me vs tutto il Pinterest del mondo

C'è un tempo per Pinterest, un tempo per Instagram, un tempo per le riviste patinate, un tempo per coordinare gli asciugamani in scala...